Stazione meteo ufficiale di Pomezia dati in real time

News 3bMeteo

Meteo giornale
Gli ultimi articoli di News, analisi Italia, analisi estero.
Il meteo giornale di https://www.3bmeteo.com

  1. FIAMMATA AFRICANA, CULMINE NEL WEEKEND. Ci terrà compagnia per il resto della settimana l'anticiclone supportato da calde correnti nordafricane, responsabili di tempo in gran parte stabile e temperature sempre più elevate nei prossimi giorni, con clima sempre più afoso. Proprio nel corso del weekend però qualcosa comincerà a cambiare. Dall'Atlantico si farà strada un impulso perturbato che lentamente proverà ad erodere l'alta pressione. Se la giornata di sabato sarà caratterizzata da tempo stabile e solo qualche innocuo annuvolamento potrà localmente sporcare i cieli dell'Italia, domenica il peggioramento comincerà a concretizzarsi in modo via via più evidente, seppur verso fine giornata e a partire dal Nordovest.


    DOMENICA, ENTRO SERA LOCALI FORTI TEMPORALI AL NORD. La stabilità si protrarrebbe fino a tutto sabato ed anche domenica su buona parte d'Italia, con caldo in aumento ovunque e clima piuttosto afoso, specie nei grandi centri urbani. Unici disturbi sarebbero caratterizzati dal transito di velature sparse e dalla formazione di annuvolamenti diurni sabato lungo l'arco alpino orientale, dove sarà possibile qualche rovescio o breve focolaio temporalesco. Nel corso di domenica invece si dovrebbe organizzare un progressivo peggioramento a partire dalle Alpi occidentali, dove verso le ultime ore della giornata andrebbero intensificandosi i temporali per l'ingresso dell'impulso atlantico, con ulteriore peggioramento dalle prime ore della nuova settimana. Le temperature dovrebbero aumentare fino alla fine della settimana con punte di 36/38°C su zone interne della Sardegna e dell'alto Adriatico, clima afoso per il richiamo di correnti dai quadranti meridionali che precedono l'ingresso del fronte atlantico.


    TENDENZA INIZIO SETTIMANA SUCCESSIVA. Nella giornata di lunedì il fronte giunto domenica sulle Alpi occidentali dovrebbe proseguire la sua marcia verso est, determinando il transito di rovesci e temporali sull'arco alpino anche di forte intensità, con più frequenti sconfinamenti alla Val Padana, specie a nord del Po. Se l'evoluzione sarà confermata ne conseguirà anche un'apprezzabile rinfrescata su buona parte del Nord Italia, mentre sulle altre regioni la stabilità dovrebbe proseguire senza osta. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche. Vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti. Per la tendenza fin verso la fine del mese clicca qui.

    Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia



    © 3B Meteo

  2. ANTICICLONE AFRICANO IN RINFORZO. Un vasto campo di alta pressione rimarrà esteso in settimana dal Mediterraneo centrale fino all'Europa nordorientale, abbracciando anche l'Italia. Verrà coadiuvato da una risalita di calde correnti nordafricane che faranno salire ulteriormente le temperature nei prossimi giorni, seppur leggermente, ma la stasi dell'aria sarà causa anche di un certo incremento dell'umidità e dell'afa. Sarà la stabilità a prevalere di qui fino a venerdì, anche se non su tutte le regioni. Si dovranno infatti fare i conti con alcuni rovesci o temporali di calore che si svilupperanno nelle ore pomeridiane in prossimità delle Alpi e dell'Appennino, con locali sconfinamenti alle zone di pianura adiacenti, anche di forte intensità. I dettagli:

    METEO GIOVEDÌ. Condizioni soleggiate in avvio di giornata o poco nuvolose, salvo qualche annuvolamento sparso in più su Valle d'Aosta, Alpi piemontesi e lombarde, giù con alcuni locali piovaschi. In giornata si intensificherà l'instabilità in prossimità dei rilievi alpini e lungo l'Appennino centro-settentrionale con rovesci e qualche temporale di calore su Alpi, Prealpi e soprattutto sull'Appennino toscano e su quello laziale, dove localmente potranno essere accompagnati da grandine. Possibili sconfinamenti dei temporali alla pianura piemontese occidentale. Le precipitazioni andranno esaurendosi in serata, ad eccezione delle Alpi piemontesi dove la loro attenuazione risulterà più lenta. Temperature in lieve aumento, massime fino a 34°C al Nord e su Sardegna interna.


    METEO VENERDÌ. La giornata comincerà già con alcuni disturbi nuvolosi in prossimità delle Alpi con già qualche goccia sui rilievi dell'alto Piemonte. Altrove avvio più soleggiato o poco nuvoloso. Con le ore pomeridiane rovesci e temporali sparsi si organizzeranno su Alpi e Prealpi ma anche lungo gran parte della dorsale appenninica; non esclusi locali sconfinamenti serali alle alte pianure del Triveneto, in successivo esaurimento. Temperature stabili o in ulteriore lieve rialzo con clima piuttosto afoso; massime fino a 34°C su Val Padana, Sardegna interna e Foggiano.

    TENDENZA SUCCESSIVA. Caldo e afa in aumento nel weekend con sole e qualche temporale di calore in montagna, poi nelle ore conclusive della settimana possibile peggioramento a partire dal Nordovest.

    Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia



    © 3B Meteo

  3. WEEKEND CON BEL TEMPO E CALDO ESTIVO- Nel fine settimana l'alta pressione di matrice subtropicale dominerà lo scenario meteorologico in Italia, determinando un diffuso soleggiamento e un graduale rialzo delle temperature anche in Puglia. Tra sabato e domenica le temperature massime raggiungeranno i 28-29°C a Bari, i 30°C a Brindisi e Lecce e i 35-36°C nel Tavoliere di Foggia e nell'hinterland di Taranto, dove subentreranno venti caldi e secchi dai quadranti settentrionali. Il prossimo sarà un weekend ideale per la balneazione: sul versante ionico del Salento, in particolare, il mare si mostrerà quasi calmo; qualche increspatura in più è attesa solo a tratti tra il basso Adriatico e il Canale d'Otranto per effetto del Maestrale.


    SOLLEONE AD INIZIO SETTIMANA, FINO A 40°C A FOGGIA - La prima ondata di calore dell'estate raggiungerà l'apice tra lunedì 21 e giovedì 24 giugno, quando l'anticiclone subtropicale porterà i suoi massimi proprio a ridosso delle regioni meridionali italiane, associato a cieli lattiginosi, sterili velature di passaggio e torride correnti in afflusso dal Sahara. I picchi termici più rilevanti sono attesi ancora una volta sul Tavoliere delle Puglie, nelle pianure interne della BAT, nella Murgia Barese, nella Terra di Lecce e nella Valle d'Itria: saranno possibili i primi 40°C dell'estate a Foggia e Cerignola e punte di oltre 37-38°C nella Pianura Salentina. Si mostreranno relativamente più miti i litorali mitigati dalle brezze marine (28-32°C) a fronte, tuttavia, di elevati tassi di umidità relativa e, dunque, accentuate condizioni d'afa, specie nelle ore serali. Registreremo una lunga serie di "notti tropicali": in riva al mare e nelle principali aree urbane, infatti, le temperature si manterranno ben al di sopra della soglia dei 20°C anche in piena notte.



    © 3B Meteo

Timelaps Canon

Ultime 3 Ore
Andamento della giornata

 

 


Flag Counter  

davis logo  wuLogoNon  cwp logo   computer  Weather API  Anemos wds5  awekas 07    1720

wdworld  12  Blitzortung Logo  Foscam  cemer  Centro meteo Italia  met office wow  pws  wws-map-logo  StrikeStarEU Member100  01  Omtea.png 01 01 01

 
© 2012/2020, Pomeziameteo | wview (5.20.2) | Verifica XHTML 1.0 | Verifica CSS
Non prendere mai decisioni importanti sulla base di questo o altri servizi meteo da internet. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Privacy Policy

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.