Stazione meteo ufficiale di Pomezia dati in real time

Dati stazione in tempo reale

Webcam Canon HD

 Webcam-Canon  

Previsioni meteo a 5 giorni

YoWindow.com Forecast by yr.no
YoWindow.com Forecast by yr.no
Meteogram Pomezia Sud.

Previsioni meteo a 10 giorni

Dettagli su Pomeziameteo

POMEZIAMETEO per il suo elevato standard sia in termini di precisione dati che per la sua affidabilità di funzionamento è entrata a far parte insieme ad altre stazioni del territorio Italiano con medesime carattteristiche del programma di monitoraggio scientifico Weatherness, una collaborazione tra l'Università di Milano e l'associazione Onlus MeteoNetWork. La stazione POMEZIAMETEO è stata qualificata come a norma nella tipologia urbana e fà parte della rete nazionale MeteoNetwork Centro Epson Meteo inviando i suoi dati anche nei circuiti nazionali di MyMeteoNetwork, Italia Meteo Network,Linea Meteo,Meteo.sm,Meteo-4,Meteo in diretta e internazionali di Weather Underground,Cwop,Awekas,Pws, raggiungibili con un click sui loghi affianco. L'acquisizione dei dati è realizzata da Anemos WDS-5 L'elaborazione dei dati e la generazione dei grafici e delle statistiche è realizzata da Anemos WDS-5 Il contenuto di questo sito ha carattere puramente divulgativo. I marchi e i loghi appartengono ai rispettivi proprietari. Il materiale contenuto in questo sito, che è stato realizzato in proprio da Roberto Caselli, è rilasciato sotto la licenza Creative Commons by-nc-sa POMEZIAMETEO non si assume alcuna responsabilità di carattere civile o penale per l'utilizzazione impropria delle informazioni contenute nel sito.

Ultime News

  • immagine news il-meteo-autunnale-potrebbe-durare-a-lungo

    L'ondata di maltempo che sta investendo il nostro Paese, seguita da una corposa diminuzione delle temperature, potrebbe tracciare la via a nuove intense perturbazioni.

    Sconquasso sul Mediterraneo occidentale: gli imponenti cambiamenti che hanno riguardato ampie aree dell'Europa si stanno ripercuotendo - pesantemente - sui settori occidentali del Mediterraneo. I devastanti temporali che hanno investito la Penisola Iberica hanno provato a riproporsi in Sardegna, seppur con entità fortunatamente imparagonabile. Temporali che da alcuni giorni prendono d'assalto varie zone del Centro Nord e che ora promettono di riproporsi con più foga.

    Sarà un fine settimana dai due volti: il peggioramento entrerà nel vivo nelle prossime ore e avrà la sua fase apicale nella giornata di sabato 05 settembre. Dove? Beh, chi ci segue lo saprà già: al Centro Nord. Qui prevediamo fenomeni fin troppo violenti, che potrebbero sfociare localmente in nubifragi e furiose grandinate. Ben diversa la situazione del Sud Italia, che dovrà sopportare 24 a dir poco roventi: un ulteriore afflusso d'aria calda africana porterà i termometri in prossimità dei 40°C. Specie in Sicilia e Puglia.

    Seguirà una robusta rinfrescata: ancor più interessante quel che accadrà a inizio settimana, perché dopo aver assistito all'ingresso d'aria instabile da ovest vi sarà un netto cambio di guardia. Le correnti assai fresche artiche discenderanno verso i Balcani e si getteranno lungo tutto lo Stivale. La diminuzione termica sarà diffusa, consistente e le temperature si porteranno addirittura su valori inferiori alle medie del periodo. Insomma, si respirerà un po' d'aria autunnale.



    Nuovi peggioramenti in vista: la novità odierna è rappresentata senz'altro dal possibile intervento, fin da metà settimana prossima, di altre vigorose perturbazioni. Da tenere d'occhio un piccolo vortice temporalesco ad ovest della Sardegna, che potrebbe installarsi tra le due Isole Maggiori andando a richiamare ulteriori apporti d'aria fresca da est. La dinamica, se confermata, potrebbe aprire una crisi autunnale ancor più profonda e capace di procrastinarsi oltre metà mese.

    Ipotesi alternative: l'altra eventualità da tenere in considerazione è il ritorno dell'Anticiclone delle Azzorre fin nel cuore del Mediterraneo. C'è da capire se avrà effettivamente la forza necessaria per mettere a tacere le velleità perturbate di cui sopra.

  • immagine news meteo-prossima-settimana-sud-italia-rischio-maltempo

    Esaurita la fase di maltempo di questo week-end, giungerà come detto aria particolarmente fresca da nord che farà scendere le temperature su tutta la Penisola, comprese le regioni meridionali dove verrà definitivamente archiviata l'estate africana. A seguito di questa rinfrescata,...

    Esaurita la fase di maltempo di questo week-end, giungerà come detto aria particolarmente fresca da nord che farà scendere le temperature su tutta la Penisola, comprese le regioni meridionali dove verrà definitivamente archiviata l'estate africana. A seguito di questa rinfrescata, il meteo migliorerà ma proprio le estreme regioni meridionali potrebbero venire a trovarsi da martedì 8 sotto la confluenza fra le correnti fresche nordiche e quelle più umide e temperate afromediterranee.

    Ciò potrebbe dare vita ad una fase di marcato maltempo, con una ciclogenesi in attivazione tra coste tunisine, algerine ed in evoluzione verso lo Ionio. La mappa in basso evidenzia le precipitazioni attese per mercoledì 9 settembre: sarà elevato il rischio di forti piogge o, per meglio dire, nubifragi su Salento, Calabria jonica e soprattutto est Sardegna e Sicilia. Al momento permane ancora incertezza su entità e localizzazione del maltempo, vi invitiamo a seguire i nostri aggiornamenti.

  • immagine news nubifragi-inizio-autunno-alluvione-in-puglia-di-un-anno-fa

    La fase di transizione fra l'estate e l'autunno risulta particolarmente delicata: i primi peggioramenti meteo possono risultare molto insidiosi per l'elevatissimo surplus termico di questo periodo sia in atmosfera che sul mare. E' un periodo quindi ad elevato rischio per...

    La fase di transizione fra l'estate e l'autunno risulta particolarmente delicata: i primi peggioramenti meteo possono risultare molto insidiosi per l'elevatissimo surplus termico di questo periodo sia in atmosfera che sul mare. E' un periodo quindi ad elevato rischio per le alluvioni lampo, come quella che esattamente un anno fa aveva colpito una parte del promontorio del Gargano. Acqua e fango travolsero soprattutto la zona dell'abitato di San Marco in Lamis ed altre località limitrofe. In questo caso non ci fu nessuna vittima, ma vennero evacuate migliaia di persone.

    Nella zona più colpita sarebbero caduti oltre 260 mm di pioggia in poche ore, una cascata d'acqua davvero impressionante senza precedenti in questo periodo. La situazione fu aggravata dalle piogge cadute nei 3 giorni precedenti, per un totale complessivo di precipitazioni pari a quasi 400 mm. Il maltempo venne innescato da violentissimi temporali a carattere autorigenerante. La Puglia Settentrionale si era venuta a trovare per più giorni nell'esatta zona di convergenza fra correnti relativamente più calde ed umide marittime rispetto a quelle più fresche balcaniche.

Italian Dutch English French German Spanish

Timelaps Canon

Ultime 3 Ore
Andamento della giornata

News

Info Traffico

Weather Underground PWS ILAZIOPO4

 

 


Flag Counter

    davis logo  wuLogoNon  cwp logo computer  Weather API  Anemos wds5awekas 07    italia member100     1720

wdworld  12  Blitzortung Logo  Foscam  cemer  Centro meteo Italia  met office wow  pws  wws-map-logo  StrikeStarEU Member100  01  Omtea

Rete Meteo Basilicata e Nord Centro Sud Italia Webcam Mondo - Free Webcams

©2012/ 2015, Pomeziameteo | wview (5.20.2) | Verifica XHTML 1.0 | Verifica CSS
Non prendere mai decisioni importanti sulla base di questo o altri servizi meteo da internet.
Privacy Policy
I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.