Stazione meteo ufficiale di Pomezia dati in real time

Dati stazione in tempo reale

Webcam Canon HD

 Webcam-Canon  

Previsioni meteo a 5 giorni

YoWindow.com Forecast by yr.no
YoWindow.com Forecast by yr.no
Meteogram Pomezia Sud.

Previsioni meteo a 10 giorni

Dettagli su Pomeziameteo

POMEZIAMETEO per il suo elevato standard sia in termini di precisione dati che per la sua affidabilità di funzionamento è entrata a far parte insieme ad altre stazioni del territorio Italiano con medesime carattteristiche del programma di monitoraggio scientifico Weatherness, una collaborazione tra l'Università di Milano e l'associazione Onlus MeteoNetWork. La stazione POMEZIAMETEO è stata qualificata come a norma nella tipologia urbana e fà parte della rete nazionale MeteoNetwork Centro Epson Meteo inviando i suoi dati anche nei circuiti nazionali di MyMeteoNetwork, Italia Meteo Network,Linea Meteo,Meteo.sm,Meteo-4,Meteo in diretta e internazionali di Weather Underground,Cwop,Awekas,Pws, raggiungibili con un click sui loghi affianco. L'acquisizione dei dati è realizzata da Anemos WDS-5 L'elaborazione dei dati e la generazione dei grafici e delle statistiche è realizzata da Anemos WDS-5 Il contenuto di questo sito ha carattere puramente divulgativo. I marchi e i loghi appartengono ai rispettivi proprietari. Il materiale contenuto in questo sito, che è stato realizzato in proprio da Roberto Caselli, è rilasciato sotto la licenza Creative Commons by-nc-sa POMEZIAMETEO non si assume alcuna responsabilità di carattere civile o penale per l'utilizzazione impropria delle informazioni contenute nel sito.

Ultime News

  • immagine news anche-oggi-le-precipitazioni-si-concentreranno-sul-nordest

    Lo abbiamo scritto e ripetuto in occasione del Buongiorno Italia: le perturbazioni atlantiche continuano a lambire le Alpi, in particolare i settori orientali con evidenti ripercussioni sul Nordest. Già in queste prime ore del mattino stiamo assistendo a cospicui annuvolamenti...

    Lo abbiamo scritto e ripetuto in occasione del Buongiorno Italia: le perturbazioni atlantiche continuano a lambire le Alpi, in particolare i settori orientali con evidenti ripercussioni sul Nordest. Già in queste prime ore del mattino stiamo assistendo a cospicui annuvolamenti tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.

    Osservando l'elaborazione del nostro LAM, inerente le precipitazioni nell'arco delle 24 ore, abbiamo conferma del coinvolgimento proprio delle regioni succitate. Le più intense, con accumuli tra 20 e 30 mm, le avremo in territorio friulano. Picchi di circa 20 mm si avranno anche sui settori alpini del Veneto e sul Trentino Alto Adige. Da non escludere locali grandine e qualche colpo di vento.

    A quanto pare le precipitazioni potrebbero sconfinare verso le zone orientali della Lombardia, sulle aree nordorientali dell'Emilia Romagna, verso il Piacentino, il Levante Ligure e l'alto Piemonte.

  • immagine news perturbazioni-lambiscono-le-alpi-ma-su-italia-domina-il-bel-meteo

    Permangono transiti nuvolosi di una certa consistenza a ridosso dell'arco alpino e anche oggi avremo delle piogge sul Nordest. Altrove ancora venti da ovest, meno caldo e tanto sole.

    Prosegue, grado più grado meno, quella che abbiamo definito una "breve tregua" dalla canicola. O se preferite, un po' impropriamente, l'attesissima rinfrescata. Certo, se paragoniamo le temperature delle ultime 48 ore ai valori di una settimana fa, parlare di rinfrescata non è poi così sbagliato. Lo è ancora meno se andiamo a considerare l'umidità, che dopo essere rientrata nei ranghi - anche su coste e grandi pianure - ci ha permesso di respirare.

    Ora, lo sappiamo, è imminente un altro assalto africano e la previsione conferma il maggiore coinvolgimento delle regioni centro meridionali e delle due isole maggiori. Ma prima che ciò avvenga - i primi cenni li percepiremo già domani - potremo godere di un'altra bella giornata d'estate.

    Le perturbazioni atlantiche che continuano a scorrere lungo l'asse Francia-Alpi mantengono vive correnti occidentali localmente sostenute. Venti a tratti intensi continueranno a soffiare sulla Sardegna orientale e allo sbocco dei crinali appenninici, così come pure sul Tirreno settentrionale. Venti un po' umidi sui versanti tirrenici, anche se non paragonabili ad esempio allo Scirocco, mentre sulle adriatiche risultano secchi perché privati del vapore acqueo dal processo di riscaldamento subito discendendo lungo i pendii appenninici.

    Nelle regioni meridionali adriatiche e ioniche avremo i picchi termici più alti, al pari di Sicilia e Sardegna orientale. Localmente si potranno superare 35°C. Andrà decisamente meglio altrove, spesso si faticherà infatti a superare i 30°C o comunque raramente ci si avvicinerà ai 35°C. Sul fronte nubi poco o nulla da segnalare se non persistenti annuvolamenti sul Nordest - già presenti - laddove ci aspettiamo delle piogge e qualche temporale. Le più coinvolte, così come ieri, risulteranno Veneto e Friuli Venezia Giulia.

  • immagine news torna-il-maltempo-caldo-africano-prima-al-centro-sud-poi-al-nord

    Nuova ondata di caldo africano in vista. Prima interesserà le regioni peninsulari e insulari, successivamente, ad inizio agosto, si sposterà sul Nord Italia.

    Italia divisa in due
    Ormai appare evidente che la terza ondata di caldo africano di giugno colpirà soprattutto il Centro-Sud, con l'isoterma di +25°C a sfiorare le due isole maggiori e la +20°C ad abbracciare tutta la penisola sino quasi a Firenze. Dall'Appennino settentrionale, invece, le infiltrazioni atlantiche, a volte anche piccole onde cicloniche, riusciranno a penetrare e a portare rovesci e temporali su buona parte della Val Padana e dell'arco Alpino e Appenninico.

    Nuova importante invasione africana dopo il 4 agosto?
    Nel lungo termine, riappare lo spettro di una vasta invasione calda nord-africana in grado di abbracciare buona parte dell'Europa centro-occidentale. Ancora una volta si prefigura il WR3, ovvero lo scenario barico che propone una lacuna barica profonda nel vicino Atlantico, inclinata verso nord-est, dall'area azzorriana sino alle isole britanniche, in grado di innescare la ampia onda subtropicale sul vecchio continente.

    Inversione delle anomalie termiche in Italia
    Se tale tendenza a lungo termine dovesse verificarsi, avremo una netta inversione delle anomalie termiche rispetto alle attuali. Le maggiori anomalie positive prenderebbero il Nord, mentre il Centro e soprattutto il Sud rimarrebbero esposti a venti più freschi da nord-est.
    Per approfondire tali questioni vi invito all'Editoriale Modelli di metà giornata.

    aldomeschiari@gmail.com
    Grazie delle numerose mail!
    Un augurio di buona giornata ai lettori del MTG!

Italian Dutch English French German Spanish

Timelaps Canon

Ultime 3 Ore
Andamento della giornata

News

Info Traffico

Weather Underground PWS ILAZIOPO4

 

 


Flag Counter

    davis logo  wuLogoNon  cwp logo computer  Weather API  Anemos wds5awekas 07    italia member100     1720

wdworld  12  Blitzortung Logo  Foscam  cemer  Centro meteo Italia  met office wow  pws  wws-map-logo  StrikeStarEU Member100  01  Omtea

Rete Meteo Basilicata e Nord Centro Sud Italia Webcam Mondo - Free Webcams

©2012/ 2015, Pomeziameteo | wview (5.20.2) | Verifica XHTML 1.0 | Verifica CSS
Non prendere mai decisioni importanti sulla base di questo o altri servizi meteo da internet.
Privacy Policy
I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.