Stazione meteo ufficiale di Pomezia dati in real time

Dati stazione in tempo reale

Webcam Canon HD

 Webcam-Canon  

Previsioni meteo a 5 giorni

YoWindow.com Forecast by yr.no
YoWindow.com Forecast by yr.no
Meteogram Pomezia Sud.

Previsioni meteo a 10 giorni

Dettagli su Pomeziameteo

POMEZIAMETEO per il suo elevato standard sia in termini di precisione dati che per la sua affidabilità di funzionamento è entrata a far parte insieme ad altre stazioni del territorio Italiano con medesime carattteristiche del programma di monitoraggio scientifico Weatherness, una collaborazione tra l'Università di Milano e l'associazione Onlus MeteoNetWork. La stazione POMEZIAMETEO è stata qualificata come a norma nella tipologia urbana e fà parte della rete nazionale MeteoNetwork Centro Epson Meteo inviando i suoi dati anche nei circuiti nazionali di MyMeteoNetwork, Italia Meteo Network,Linea Meteo,Meteo.sm,Meteo-4,Meteo in diretta e internazionali di Weather Underground,Cwop,Awekas,Pws, raggiungibili con un click sui loghi affianco. L'acquisizione dei dati è realizzata da Anemos WDS-5 L'elaborazione dei dati e la generazione dei grafici e delle statistiche è realizzata da Anemos WDS-5 Il contenuto di questo sito ha carattere puramente divulgativo. I marchi e i loghi appartengono ai rispettivi proprietari. Il materiale contenuto in questo sito, che è stato realizzato in proprio da Roberto Caselli, è rilasciato sotto la licenza Creative Commons by-nc-sa POMEZIAMETEO non si assume alcuna responsabilità di carattere civile o penale per l'utilizzazione impropria delle informazioni contenute nel sito.

Ultime News

  • immagine news piena-estate-al-centro-sud-caldo-africano-verso-il-clou

    L'ondata di calore di provenienza sahariana sta dilagando sul Mediterraneo coinvolgendo in parte anche l'Italia. La colonnina di mercurio ha già mostrato le prime forti impennate sulle regioni centro-meridionali e soprattutto in Sardegna, ove si sono registrati picchi superiori ai 38 gradi.


    ANTICIPO D'ESTATE - E' estremamente raro assistere ad invasioni calde di tale portata all'inizio di maggio: si tratta pur sempre di una massa d'aria rovente, con termiche fino a +25/+26°C a circa 1500 metri di quota verso Sardegna e Sicilia, le regioni d'Italia sicuramente più colpite da quest'avvezione così calda che si protrarrà ancora per le prossime 48 ore. Come ribadito più volte, si tratta di una fiammata sahariana che sarebbe considerata molto significativa anche in piena estate: se non fosse per il mare ancora fresco, probabilmente le temperature sarebbero salite su livelli superiori rispetto a quelli che registreremo, anche oltre i 40 gradi. Questa risalita calda avviene nell'ambito del cavo ascendente del promontorio anticiclonico sub-tropicale, il cui predominio si nota sul Satellite concentrando l'attenzione sull'ampia area sgombra da nubi.

    ITALIA DIVISA IN DUE - Non tutta Italia gode appieno della protezione del promontorio anticiclonico. Il Settentrione risulta infatti ai margini rispetto all'alta pressione africana, tanto che non mancano nubi piuttosto diffuse, sebbene meno consistenti in questo frangente e quindi sostanzialmente incapaci di dar luogo a precipitazioni degne di nota. Altrove hanno prevalso i cieli sereni, a parte locali annuvolamenti su parte delle regioni centrali e la Sardegna: si tratta di velature convogliate dal flusso molto caldo nord-africano. L'aspetto di maggiore attenzione è quindi legato alle temperature, aumentate un po' ovunque al Centro-Sud: i valori più elevati, spesso superiori ai 30 gradi, si sono registrati solo sulle due Isole Maggiori. Sulla Sardegna occidentale la colonnina di mercurio ha persino raggiunto picchi superiori ai 38 gradi (clicca qui per l'approfondimento).



    VERSO IL CLOU DEL CALDO - La massa d'aria rovente sahariana, che ha già fatto sentire notevolmente i suoi effetti in Sardegna, tenderà a muoversi verso levante. Ci attendiamo quindi ulteriori diffusi aumenti di temperatura per martedì, con punte oltre i 35 gradi probabilmente non solo in Sardegna, ma anche sulla Sicilia e la Puglia. Su tutto il Centro-Sud il clima sarà degno del pieno periodo agostano.

  • immagine news temporali-dopo-il-caldo-quali-zone-piu-colpite-in-settimana

    La fiammata africana tenderà a smorzarsi a partire da metà settimana, ma almeno in una prima fase la flessione termica non sarà accompagnata da alcun peggioramento. Solo il Nord risentirà degli effetti connessi al passaggio della coda di fronti atlantici:...

    La fiammata africana tenderà a smorzarsi a partire da metà settimana, ma almeno in una prima fase la flessione termica non sarà accompagnata da alcun peggioramento. Solo il Nord risentirà degli effetti connessi al passaggio della coda di fronti atlantici: lo scontro dell'aria più fresca con quella più calda pre-esistente potrà produrre anche temporali significativi, ma solo di passaggio. Un cambiamento più importante potrebbe aversi sul finire della settimana, per effetto dell'affondo di una saccatura più pronunciata che farebbe tracimare aria più fredda in pieno Mediterraneo.

    Quali saranno gli effetti di quest'evoluzione ancora da confermare? La cartina sottostante è riferita agli accumuli di pioggia complessivi dei prossimi 7 giorni, che tengono appunto conto del possibile peggioramento atteso negli ultimi giorni della settimana. La frustata di rovesci e temporali potrebbe interessare gran parte della Penisola, con particolare riferimento a zone interne ed adriatiche. Nessuna precipitazione si avrebbe invece su coste tirreniche ed Isole Maggiori, zone ove persisterebbero prevalenti condizioni asciutte e soleggiate, pur a fronte di un clima più fresco.

  • immagine news clima-ultimi-7-giorni-forno-africano-mezza-europa-al-freddo

    L'ondata di calore che sta attualmente investendo anche parte dell'Italia ha diretta origine sahariana. In effetti il clima nel corso dell'ultima settimana si è notevolmente surriscaldato sull'entroterra nord-africano centro-occidentale, con temperature anche di 5/6 gradi superiori alla norma stagionale (ed...

    L'ondata di calore che sta attualmente investendo anche parte dell'Italia ha diretta origine sahariana. In effetti il clima nel corso dell'ultima settimana si è notevolmente surriscaldato sull'entroterra nord-africano centro-occidentale, con temperature anche di 5/6 gradi superiori alla norma stagionale (ed in questo periodo sul Nord Africa fa già in genere parecchio caldo). Lo possiamo ben appurare dall'immagine in basso, che quindi ci chiarisce le grandi potenzialità di questa risalita d'aria rovente dal Nord Africa.



    Allargando lo sguardo all'Europa, si può notare le temperature leggermente sopra la media sui settori mediterranei e parte delle nazioni orientali, ma su gran parte del Continente si è invece avuto un periodo decisamente fresco nel periodo fra il 27 aprile ed il 3 maggio. Ciò è avvenuto per correnti fredde nord-atlantiche, con ingerenze persino d'estrazione artica. Il ritorno del freddo di fine aprile è coinciso con nevicate tardive a quote basse e persino temperature sottozero (leggi qui per approfondire).

Italian Dutch English French German Spanish

Timelaps Canon

Ultime 3 Ore
Andamento della giornata

News

Info Traffico

Weather Underground PWS ILAZIOPO4

 

 


Flag Counter

    davis logo  wuLogoNon  cwp logo computer  Weather API  Anemos wds5awekas 07    italia member100     1720

wdworld  12  Blitzortung Logo  Foscam  cemer  Centro meteo Italia  met office wow  pws  wws-map-logo  StrikeStarEU Member100  01  Omtea

Rete Meteo Basilicata e Nord Centro Sud Italia

 

©2012/ 2015, Pomeziameteo | wview (5.20.2) | Verifica XHTML 1.0 | Verifica CSS
Non prendere mai decisioni importanti sulla base di questo o altri servizi meteo da internet.